Nuovi dati sulla crescita del gioco online

games-1363219_960_720

L’Osservatorio Gioco Online del politecnico di Milano ha recentemente diffuso alcuni dati che aggiornano le impressioni del business sul gioco online. Dati formulati in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Sogei, e che riferiscono come lo scorso anno il mercato del gaming online sia incrementato del 13 per cento, con una spesa complessiva di 821 milioni di euro, pari al 4,8 per cento della spesa complessiva per i giochi con vincite in denaro (pertanto, sommatoria tra offline e online).

Sempre secondo quanto afferma la ricerca, dati particolarmente incoraggianti sembrano essere relativi al comparto del mobile, che sta giocando un ruolo sempre più rilevante nello sviluppo del settore: la spesa sui giochi online determinata da smartphone e tablet, ha infatti toccato quota 155 milioni di euro, con un tasso di penetrazione che arriva quasi al 20 per cento.

Come sottolineano i commenti dell’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano, che hanno accompagnato i dati statistici diffusi, la crescita è dovuta soprattutto ai casino games, cresciuti del 27 per cento nel 2015, e capaci di raggiungere i 328 milioni di euro, pari al 40 per cento del mercato complessivo, e delle scommesse sportive, cresciute del 25 per cento e ora arrivate a valere 267 milioni di euro, per una quota di mercato del 32 per cento, in un anno in cui peraltro non sembrano esserci state delle importanti manifestazioni sportive estive (l’esatto contrario di quello che dovrebbe accadere nell’estate 2016, quando gli Europei di Calcio e le Olimpiadi contribuiranno allo sviluppo del business).

Tra gli altri dati interpretativi, prosegue il trend negativo di poker online (- 18 per cento), bingo e scommesse virtuali (-7 per cento per ciascuna). Crescono inoltre gli introiti per lo Stato derivante dai giochi online, in incremento del 23 per cento per un valore totale di 205 milioni di euro.

Infine, l’Osservatorio afferma che nel 2015 gli italiani che hanno piazzato almeno una giocata sono 1,56 milioni di unità: i giocatori attivi in media ogni mese tornano a crescere, giungendo a 665 mila unità nel 2015, contro i 640 mila del 2014. Un numero che comunque è piuttosto distante dal picco che fu raggiunto lo scorso 2012, quando i giocatori attivi al mese furono pari a 734 mila unità. Per quanto infine concerne il profilo del giocatore medio, giocano più gli uomini che le donne, più al Centro Sud che al nord, più i 25-44 enni che gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *